Skip to main content

Conosciamo il nuovo Presidente del Rotary

Il nostro nuovo Presidente, Shekhar Mehta, immagina il prossimo capitolo del Rotary - ed è pronto a trasformarlo in realtà.

a cura di

Shekhar e Rashi Mehta nella loro casa di Kolkata. Rashi ha dipinto il quadro della Madre e bambino, dietro di lei.

Nel corso degli anni, sono entrato più volte a contatto con Shekhar Mehta quando veniva al One Rotary Center a Evanston, Illinois per le riunioni del Consiglio centrale del RI. Lo incontrai formalmente durante uno di quei giorni in cui ogni presidente entrante del Rotary partecipa a riunioni a raffica con vari membri del suo staff. Durante la sessione a cui partecipavo, era la persona più rilassata nella sala, sebbene fosse l'unico a patire il fuso orario. Era vigile, paziente e poneva domande perspicaci: non sorprende che abbia un così notevole successo nella sua vita professionale e filantropica. Continuavo a pensare che ci stesse valutando per capire quali incarichi assegnarci per aiutarlo a realizzare i suoi sogni per il Rotary.

Ho avuto la fortuna di incontrare Shekhar di persona quando era ancora possibile farlo. Ora siamo nel pieno del secondo anno della pandemia globale di COVID-19 e, mentre scrivo queste righe, l'India è sommersa in una tragica ondata di contagi. Il Rotary ha dovuto apportare dei correttivi, ma le sue attività proseguono.

In un anno normale, uno degli editori della rivista Rotary si sarebbe recato a Calcutta, dove Shekhar vive con sua moglie Rashi. Avremmo trascorso un po' di tempo con lui, i suoi familiari e amici e altri Rotariani per approfondire in che modo essere cresciuto e aver studiato in India abbia plasmato il suo punto di vista sulla vita e sul Rotary. Quest'anno, per ovvi motivi, nessuno ha potuto viaggiare: perciò abbiamo chiesto alle persone che meglio conoscono Shekhar di descriverlo con parole proprie. 

Nelle pagine seguenti, i familiari di Shekhar, alcuni dei suoi vecchi amici, la sua assistente personale e l'assistente del presidente condivideranno aneddoti e descrizioni dell'uomo che conoscono, per aiutare i Rotariani di tutto il mondo a conoscerlo a loro volta. Molti di voi lo incontreranno sicuramente, almeno virtualmente,nel corso dell'anno entrante.

Shekhar Mehta, socio del Rotary Club di Calcutta-Mahanagar, è Rotariano dal 1984. Ragioniere di professione, ha fondato la Skyline Group, una società di sviluppo immobiliare di cui è presidente. Ma il suo titolo professionale racconta solo una piccola parte della sua storia. Infatti è anche direttore della succursale indiana di Operation Eyesight Universal, organizzazione no-profit finalizzata alla prevenzione della cecità evitabile. Ha contribuito ad aprire oltre 15 ospedali oftalmici in vari stati dell'India, che compiono in totale quasi 50.000 interventi chirurgici. Ha avviato il progetto Saving Little Hearts, che ha reso possibili oltre 2.500 interventi di chirurgia cardiaca in bambini provenienti da India, Pakistan, Bangladesh, Nepal e alcuni Paesi africani. Il programma è ora diffuso su tutto il territorio indiano.

Come leggerete in queste pagine, ha anche lavorato attivamente nell'ambito della risposta ai disastri. Tra le sue varie opere, ha aiutato a costruire 500 case nelle isole Andamane e Nicobare dopo lo tsunami abbattutosi sull'Oceano Indiano nel 2004. 

Durante l'Assemblea Internazionale di quest'anno, Shekhar ha raccontato di quando, insieme ad altri Rotariani, fondò una versione locale di ShelterBox, organizzazione finanziata dal Rotary con sede nel Regno Unito. "L'abbiamo chiamata Shelter Kit e abbiamo incluso 52 articoli di prima necessità in un grande baule", ha raccontato ai governatori entranti. "Negli ultimi 15 anni, in occasione di tutte le gravi calamità che hanno colpito l'India, i volontari Rotariani del posto hanno portato gli Shelter Kit nelle aree colpite da disastri". Il programma ha già aiutato circa 75.000 persone. Shekhar ha anche fatto parte del consiglio di amministrazione di ShelterBox. 

Inoltre, è l'ideatore del programma TEACH, che punta a eliminare l'analfabetismo in India (questo ambizioso programma sarà approfondito in un numero futuro).  

Nonostante Shekhar sia abile nel condurre gli affari, preferisce coltivare le sue altre competenze. Una volta mi ha raccontato che, dopo aver letto e studiato tanto nel corso della sua carriera, ora preferisce apprendere mediante la conversazione. Inoltre ha aggiunto: "Odio la contabilità". Tutto ciò rispecchia la sua convinzione che sarebbe meglio ragionare non solo con la mente, ma anche con il cuore.

Nell'ambito del programma TEACH per aumentare i tassi di alfabetizzazione in India, Mehta visita spesso le scuole che fanno parte del programma, che sono note come "Happy Schools". I soci del Rotary in India hanno trasformato più di 3.000 scuole in Happy Schools. Il Rotary Club di Calcutta-Mahanagar sostiene questa scuola femminile di Kolkata, Bhowanipur Arya Vidya Mandir, con una colazione quotidiana per oltre 1.000 studenti.

Chiraag Mehta

Figlio di Shekhar e Rashi

Da che ho memoria, papà vive per il Rotary e respira l'aria del Rotary. I miei genitori lavorano sodo sia nel service che negli aspetti legati all'amicizia: pianificano gli eventi, vi partecipano e poi rimangono insieme ai loro amici Rotariani fino a fare le ore piccole più di una volta. Io e mia sorella Chandni diciamo scherzosamente di avere un fratello maggiore invisibile: il Rotary. E il Rotary ha ripagato la nostra famiglia al completo. Ha dato a me e a Chandni i nostri primi amici e soprattutto lo spirito alla base del service, che papà ha sempre messo in luce nei suoi innumerevoli discorsi durante gli eventi del Rotary. Grazie ai numerosi incarichi di leadership che ha ricoperto, ci ha sempre permesso di accompagnarlo nel suo viaggio. Abbiamo visitato ospedali oftalmici e campi di vaccinazione antipolio, partecipato alla creazione di kit per la risposta ai disastri, discusso ogni aspetto della sua missione per l'alfabetizzazione e presenziato a varie conferenze. Di conseguenza, abbiamo appreso molto e siamo cresciuti tanto. 

Il Rotary ha dato un enorme contributo alla crescita personale dei miei genitori. Viaggiare per il mondo e incontrare persone da ogni Paese li ha resi più esperti, consapevoli, umili e caritatevoli. Mi sento davvero privilegiato ad aver contribuito anch'io alla loro crescita in quanto loro figlio: sono fiero di cosa sono diventati. 

Uno dei miei primi ricordi d'infanzia risale a quando sfogliavo le cartelle del Rotary e memorizzavo nomi e temi dei presidenti del RI. Ora trovo surreale, anche se del tutto meritato, che proprio mio padre diventi presidente.


Deepak Choudhury

Rotary Club di Calcutta-Mahanagar

Main hoon na: questa frase in Hindi, che significa "Non preoccupatevi: sono qui per voi", incarna perfettamente la mentalità di Shekhar. 

Non solo è stato presente per me, ma anche per molti Rotariani e altre persone che hanno fatto parte della sua vita. È sempre stato così da quando lo conosco, sin da quando ero il suo avvocato e mi introdusse al Rotary nel 2002.

Grazie alle sue conoscenze enciclopediche e al suo senso dell'umorismo, sa farti ridere in qualsiasi momento. Ma dove vede la sofferenza, sfrutta il suo inarrestabile zelo per eliminarne la causa. Sogna un mondo pieno di sorrisi e, quando si risveglia, si dà da fare per renderlo possibile. Cammina al tuo fianco mentre cerchi di conseguire un obiettivo fino a quando non saprai farcela da solo. È un artefice del cambiamento e punta a ispirare un'intera generazione a Servire per cambiare vite.

Alcuni anni fa lessi che, se ti lasci coinvolgere nel Rotary, accadranno cose belle. Shekhar e Rashi hanno avuto un ruolo fondamentale nell'instillare questa convinzione in me e negli altri.


I programmi e le idee di Shekhar possono sembrare straordinari, ma dà sempre più del massimo per far sentire i Rotariani come a casa


Rotary Club di Guntur, India 2001/2002 governatore del Distretto 3150


Ravi Vadlamani

Rotary Club di Guntur, India
Governatore 2001/2002, Distretto 3150

Quando conobbi Shekhar, circa 20 anni fa, era intento ad allestire uno stand alla Convention del Rotary International. Il suo entusiasmo e la sua energia nel mettere in mostra i progetti del suo club erano contagiosi. Da uomo di progetti qual ero, mi sentivo ispirato da quanto era esposto in quello stand. Da quell'incontro casuale nacque una solida amicizia. 

Shekhar è un leader visionario: vede sempre cose che gli altri non vedono. Ha elaborato il programma TEACH (acronimo inglese per Teacher support, E-learning, Adult literacy, Child development, Happy school) per estirpare l'analfabetismo dall'India entro il 2025. Ha avviato il progetto Shelter Kit, ora all'avanguardia nella risposta ai disastri in India. Il progetto Saving Little Hearts, che garantisce interventi di chirurgia cardiaca per migliaia di bambini, e gli oltre 15 ospedali oftalmici da lui fondati con varie centinaia di migliaia di pazienti ben dimostrano la portata dei suoi sogni.

Ha un talento eccezionale nel creare squadre di lavoro e guidarle al conseguimento dei loro obiettivi. I programmi e le idee di Shekhar possono sembrare straordinari, ma dà sempre più del massimo per far sentire i Rotariani come a casa. 

Il suo potere di sognare in grande è sostenuto dalle tre P: pianificazione, perseveranza e pazienza. È un eccellente comunicatore che fa breccia all'istante nel suo pubblico e riesce a motivare le persone a spostare le montagne. Inoltre è un buon padre di famiglia, abilmente supportato da sua moglie Rashi.

Sai qual è il maggior talento di Shekhar come leader? Nessuno sa dirgli di no quando ti chiede qualcosa.


Sarla e Nisheeth Totla

Rotary Club di Calcutta-Mahanagar

Incontrammo Shekhar e Rashi circa 32 anni fa grazie a un amico in comune. Oggi non sono più soltanto amici: sono la nostra famiglia. Shekhar è la prima persona a rispondere presente in tutte le gioie e i dolori della vita: era presente al matrimonio di nostra figlia, una delle grandi responsabilità che si era assunto, e c‘era al funerale di mia madre. Inoltre, Shekhar ci ha introdotti nel mondo del Rotary, che è diventato una parte immensa delle nostre vite. 

Shekhar ha molte qualità straordinarie. È un visionario senza pari, un grande motivatore e un ottimista assoluto; è super energico, ricco di entusiasmo, incredibilmente gentile e sensibile. È un perfetto padre di famiglia e, soprattutto, una persona fantastica.

  1. Il club di Mehta ha costruito circa 7.000 servizi igienici nei villaggi dove la gente non ha servizi igienici nelle loro case; qui, lui e gli altri soci (da sinistra) Pranay Agarwal e Sandeep Shah aiutano a costruirne uno.

  2. Incontro con i pazienti di un ospedale oculistico fondato dal Rotary Club di Calcutta-Mahanagar.

  3. Intervento in seguito alle massicce inondazioni nello Stato di Andhra Pradesh nel 2013 con la fornitura di kit di protezione.

  4. Giocando a carrom con gli studenti della scuola Paresh Nath Vidyalaya di Kolkata. "Mi hanno sempre battuto", fa notare Mehta.

  5. Rashi e Shekhar Mehta con Anu Rampal Vidhawan in visita a un bambino che ha ricevuto un intervento cardiaco attraverso il progetto Saving Little Hearts.

  6. Il past Consigliere RI e Amministratore Ashok Mahajan; il past Governatore del Distretto 3142 Chandrashekhar Kolvekar; e il socio del Rotary Club di Thane Hills, India, Anindya Dasgupta.

  7. Shekhar e Rashi Mehta con il Presidente del RI 1999/2000 Carlo Ravizza e sua moglie, Rossana, all'Assemblea Internazionale del 1999.

  8. I soci celebrano l'inizio del 25° anniversario del Rotary Club di Calcutta-Mahanagar a luglio 2015.

  9. Nel 2016, i leader del Rotary di tutta l'India, tra cui il Presidente del RI 2011/2012 Kalyan Banerjee e sua moglie, Binota (in prima fila), hanno acceso le candele impegnandosi a preparare decine di migliaia di bambini a frequentare la scuola attraverso il programma Asha Kiran (Ray of Hope), che offre lezioni ai bambini che hanno abbandonato o non sono mai andati a scuola per aiutarli a mettersi al passo con gli altri studenti della loro età.

  10. Shekhar e Rashi Mehta che fanno la loro parte per diffondere il messaggio di End Polio Now.

  11. Gustando il pani puri, un cibo di strada popolare in India, con Sangkoo Yun, l'attuale vicepresidente della Fondazione Rotary.

  12. La famiglia Mehta: i figli Chandni e Chiraag; Rashi e Shekhar; e la nuora Geeta.

  13. I genitori di Mehta, Sumer Chand e Vallabh Mehta, circondati dai loro figli e nipoti: (fila posteriore) Chirag e Madhulika Jain, Rashi e Shekhar Mehta, e Rashmi e K.K. Singh, (fila centrale) Geeta e Chiraag Mehta con i genitori di Shekhar, e (fila anteriore) Ishita e Roshni Jain; la figlia di Shekhar, Chandni Mehta; e Sejal e Sanjana Singh.

  14. Shekhar e Rashi Mehta, partner nella vita e nel Rotary.

  15. Il figlio di Chiraag e Geeta Mehta, Veer. "È il nostro unico nipote finora", dice Mehta. "È il sole della nostra vita".

  16. Questo complesso di appartamenti, che Mehta ha sviluppato attraverso la sua azienda, Skyline Group, è il più grande nello Stato del Rajasthan.

  17. Alla sua scrivania: "Qui è dove metto in azione tutti i miei sogni", dice Mehta.

Nancy Barbee

Rotary Club di Maysville, North Carolina, USA
Coordinatorce regionale Fondazione Rotary 2018-2021, Zona 33

Nel 2010, in onore dell'allora Presidente eletto Kalyan Banerjee, Shekhar illustrò la sua visione che consisteva nell'aprire 100 scuole, 100 ospedali, 100 palestre per giovani donne e 100 ospedali oftalmici in India. Eravamo seduti all'interno della sua casa di Calcutta. Mentre lo ascoltavo, capii di trovarmi al cospetto di un visionario. 

Da quel giorno ha esercitato una profonda influenza in tutto il mondo. Gli interventi di chirurgia cardiaca pediatrica e di chirurgia oculistica, il programma di alfabetizzazione TEACH e i protocolli d'intesa siglati con governi, enti no-profit e fondazioni sono tutti il risultato della sua visione.

Ogni volta che prende la parola, ci spinge tutti a "sognare in grande". Shekhar ci ispira a essere migliori, a fare meglio e pensare meglio, e a compiere grandi imprese. Non c'è spazio per i piccoli progetti. 

Ragionava in grande già un decennio fa e sapevo di voler fare parte del suo sogno, che oggi è diventato realtà. Shekhar è trai promotori del Rotary in India e ispira gli altri a creare cambiamenti positivi e sostenibili a livello mondiale.


Ananthanarayanan S. "Venky" Venkatesh

Rotary Club di Chennai Mambalam, India
Consigliere del Rotary International 2021-2023

Shekhar ha a cuore l'azione umanitaria, ossia il DNA del Rotary, più di ogni altra cosa. Le conversazioni con lui durano immancabilmente fino a notte inoltrata. Ho trascorso ore a parlare con lui negli ultimi anni e devo ancora capire quando trova il tempo per mangiare e dormire. Ha un'energia infinita, spiccate capacità interpersonali e il potere di ispirare con i suoi ragionamenti; il suo entusiasmo è contagioso. Non vedo l'ora di mettermi al suo servizio nel Consiglio centrale durante il suo mandato come presidente.


Rashmi Singh e Madhulika Jain

Sorelle di Shekhar

Il nostro fratello maggiore Shekhar è un sognatore: ogni suo sogno è sempre più grande e audace di quello precedente. Ha ereditato dai nostri genitori l'amore per l'azione di pubblico interesse: ottimismo, meticolosità e dedizione sono i segreti del suo successo.

La frase che ci ripete più spesso è Main hoon na, che si può tradurre con "Non preoccupatevi: sono qui per voi". E in oltre 50 anni di vita è sempre rimasto fedele alla parola data.


Bryn Styles

Rotary Club di Barrie-Huronia, Ontario, Canada
Assistente del Presidente

Incontrai per la prima volta Shekhar quando ero Amministratore del Rotary nell'anno 2012/2013: la nostra relazione era cordiale, ma non fraterna. Quando Shekhar è stato nominato presidente del Rotary International 2021/2022, ha chiesto a me e a mia moglie Randy di fare da assistenti per lui e per Rashi: da quel momento siamo diventati buoni amici.  

Quello che ho imparato ad apprezzare di Shekhar è il fatto che ascolta i consigli altrui: sa bene di non essere esperto in tutto. Ad esempio, da quando è diventato presidente nominato ha migliorato la sua comprensione e il suo apprezzamento per le iniziative del Rotary per la pace. Ha discusso con il suo staff, i Rotariani e i nostri partner per la pace per capire, tra le altre cose, come potenziare le nostre iniziative insieme alle Nazioni Unite, ai Centri della pace del Rotary e ai borsisti della pace. 

Sarebbe un torto non sottolineare che Shekhar ha un fantastico senso dell'umorismo, che gli permette di coinvolgere le persone e metterle a loro agio. È un eccellente oratore e si preoccupa sempre che tutti si sentano ben accolti. Sebbene gli dispiaccia non poter partecipare al Seminario di formazione dei presidenti eletti, dove avrebbe incontrato di persona i presidenti dei Rotary club, anche in un ambiente virtuale traspare la sua passione.


Ritu Kedia

Assistente Rotary di Shekhar

Il mantra che guida Shekhar è: "Il service è l'affitto che pago per lo spazio che occupo su questa terra, e voglio essere un buon inquilino". Si fissa degli obiettivi che agli occhi degli altri sembrano impossibili. Riesce a trasformare i suoi sogni in traguardi realistici. Lavora al meglio quando può elaborare una strategia e una tempistica insieme alla sua squadra. Shekhar eccelle perché mette passione in quello che fa. È un eccezionale oratore e riesce a persuadere gli altri a contribuire alle sue iniziative. È un ottimo pianificatore e analizza fino in fondo il suo piano d'azione per garantirne il successo. Il suo coinvolgimento nel processo è concreto e totale. 

Shekhar è un uomo di parola: se dice che farà una cosa, la farà. Aiuta le persone bisognose e insegna loro ad aiutare il prossimo. È un ascoltatore paziente e un fantastico mentore: ho la fortuna di averlo sperimentato di persona. Mi ha insegnato a destreggiarmi al meglio tra molteplici priorità, così come fa lui. Ed è davvero gentile con le persone che gli stanno vicino.

Kamal Sanghvi

Rotary Club di Dhanbad, India
Consigliere del Rotary International 2019-2021

Siamo così abituati a omologare il nostro pensiero a quello altrui che abbiamo paura di esplorare le possibilità della nostra mente. Al contrario, Shekhar ha la prodigiosa capacità di immaginare cose che ancora non esistono. Vede possibilità dove gli altri trovano solo un vicolo cieco. 

Mette costantemente in discussione lo status quo e pensa sempre a come migliorare l'esperienza, i prodotti o il service del Rotary. Ciò gli permette di continuare a crescere e a prendere decisioni intelligenti e lungimiranti. Shekhar è una delle persone più innovative che io conosca: ha una soluzione per ogni problema. 

Shekhar ha la formidabile capacità di superare ogni ostacolo con grande coraggio e determinazione. Non dorme finché non ha conseguito i suoi obiettivi, a prescindere dalle difficoltà. Neanche la sua squadra ha tempo di riposarsi: Shekhar si assicura che tutti seguano il mantra dell'eccellenza. 

Per lui tutto deve essere straordinario. Pensare in grande non è un tratto distintivo unico, ma pensare in grande e conseguire obiettivi audaci lo è. Shekhar ritiene che un sogno non sia quello che vedi mentre dormi, ma quello che non ti fa dormire la notte. Crede fermamente che "amore e compassione sono necessità, non lussi: senza di loro l'umanità non può sopravvivere". Ma ritiene anche che, se non riesci a rendere felice la tua famiglia, non potrai rendere felice nessun altro.


Anand Sureka

Rotary Club di Calcutta-Mahanagar

Conosco Shekhar dal 2001: ebbi il privilegio di lavorare a stretto contatto con lui nel 2005, anno del centenario del Rotary. Questo è tutto ciò che ho imparato: è sempre concentrato, non dice mai di no, è arguto e dotato di un grande senso dell'umorismo, allieta il suo pubblico quando parla e soprattutto è una splendida persona e un ottimo amico. Alla base di tutte le sue attività c’è la sua filosofia: l'umanità è al centro dei suoi affari.

In occasione del centenario del nostro club, contribuì all'apertura del Mahanagar Peace Park, nel cuore di Calcutta. Numerosi presidenti del Rotary hanno visitato il parco negli anni, tra cui Kalyan Banerjee, Sakuji Tanaka, D.K. Lee, John Germ e K.R. Ravindran. 

Nel 2008, Shekhar sognava di aprire un altro ospedale oftalmico a Calcutta: perciò sottoscrisse una partnership con L.V. Prasad Eye Institute, una delle migliori cliniche oculistiche del Paese. Contribuì a raccogliere fondi per il nuovo ospedale e impegnò tempo, risorse ed energie per renderlo autosufficiente.

È sempre in prima linea: ogni volta che un disastro ha colpito la nostra nazione, Shekhar ha risposto presente. In occasione delle alluvioni a Guntur e Begusarai o dei terremoti lungo la frontiera col Pakistan e in Nepal, Shekhar era lì a dare una mano per Servire al di sopra di ogni interesse personale.

Cerca sempre nuove soluzioni per fare di più ed esplorare nuove aree di service. Che si tratti di costruire servizi igienici o di aprire una biblioteca, l'energia e la visione non gli mancano di certo.


Kishore Kumar Cherukumalli

Rotary Club di Vizag Elite, India
Governatore 2009/2010, Distretto 3020

Conobbi Shekhar in occasione di un suo discorso a un club di Calcutta nel 2008. Il suo discorso, costellato di idee schiette e audaci, mi colpì molto. Nel 2010, lo invitai al nostro congresso distrettuale: questo divenne il punto di partenza di una solida amicizia. Ho avuto inoltre il privilegio di lavorare con lui all'interno di eventi e commissioni, così ho potuto ammirare la sua eccezionale etica del lavoro. La sua missione nel Rotary si riassume in tre parole: service, service, service. 

Sogna in grande, ma è anche un attento ascoltatore che esamina, analizza e mette in pratica ogni piano al fine di conseguire il suo obiettivo. Crede fortemente nel Rotary e mantiene le sue promesse. Rispetta i principi democratici e pondera attentamente tutte le opinioni nelle decisioni di gruppo. Tutto ciò incoraggia le persone con cui collabora a fare del proprio meglio. Sa individuare con precisione i punti di forza dei componenti della sua squadra e abbinarli agli incarichi del Rotary più adatti a loro. Durante le riunioni, rompe spesso la monotonia raccontando aneddoti e battute divertenti.

Un giorno Shekhar aveva soltanto un paio d'ore per prepararsi a tenere un discorso in una conferenza. Uno dei suoi ex dipendenti, che viveva nella stessa città che organizzava l'evento, lo invitò a fargli visita. Sebbene la sua agenda fosse carica di impegni, Shekhar gli fece questa cortesia. In questo modo dimostrò l'importanza di coltivare le relazioni interpersonali, nonché di avere una fonte misteriosa e costante di energia, una tale dedizione da lavorare 18 ore al giorno e la capacità di fornire soluzioni istantanee per ogni problema.


Anirudha Roychowdhury

Rotary Club di Calcutta Mega City
Governatore 2007/2008, Distretto 3291

Shekhar è un leader carismatico che trasuda sempre energia positiva. È un ottimo motivatore e sa pensare fuori dagli schemi. Promuove l'amicizia, dimostra gratitudine ed è un tipo affabile e cordiale. Tra le sue maggiori risorse va citata la sua attitudine a non arrendersi mai. È una persona alla mano: adora piatti semplici e convenzionali e si reca spesso nei locali lungo la strada per uno spuntino a base di cibo indiano piccante.

Lui e Rashi si completano a vicenda: Rashi è una persona calma con i piedi per terra e questo dà a Shekhar la forza di volare alto.


Chandni Mehta

Figlia di Shekhar e Rashi

Papà ha uno zelo e un entusiasmo per la vita eccezionali. Trasuda energia e calore da ogni dove e conquista la gente con il suo senso dell'umorismo e la sua premura verso gli altri. Riesce a capire intuitivamente la natura delle disuguaglianze; il suo impegno nel service deriva da quello verso l'equità e la fratellanza tra le persone. Accende l'entusiasmo nei cuori degli altri. Ma, cosa ancor più importante, è uno spirito libero con una dedizione senza limiti verso la vita e l'azione.

Papà [Shekhar] ha uno zelo e un entusiasmo per la vita eccezionali. Trasuda energia e calore da ogni dove e conquista la gente con il suo senso dell'umorismo e la sua premura verso gli altri


Figlia di Shekhar e Rashi


Rajendra "Raja" Saboo

Rotary Club di Chandigarh, India
Presidente del Rotary International 1991/1992

Conobbi Shekhar grazie a Vijay Bhandari, past governatore distrettuale, che diceva che Shekhar aveva il potenziale per fare carriera nel Rotary. Il mio amico Vinay Nevatia, socio del Rotary Club di Calcutta, mi raccontò che l'appartamento di Shekhar era pieno di materiali da inserire nei kit di risposta ai disastri e che Shekhar stesso e sua moglie Rashi imballavano confezioni tutto il tempo. Lì capii che Shekhar era un Rotariano pragmatico e orientato al service. 

Dopo lo tsunami di Santo Stefano del 2004, il club di Shekhar raccolse centinaia di kit per gli abitanti delle isole Andamane e Nicobare, terribilmente devastate. Shekhar compì numerosi lunghi viaggi da e verso quelle isole del Golfo del Bengala per consegnare i kit e aiutare a costruire rifugi. Nel 2015 Shekhar imballò e organizzò personalmente la spedizione dei kit destinati al Nepal dopo il catastrofico terremoto che lo aveva colpito.


Rashi Mehta

Moglie di Shekhar

Shekhar vede la bontà nei cuori degli altri. Adora lavorare con le persone: non è solo un leader, ma anche un uomo che fa squadra. La sua gioia, energia e capacità raddoppiano quando lavora all'interno di una squadra. È una persona con una positività e un entusiasmo eccezionali. Non l'ho mai visto abbattersi per il timore di fallire: al contrario, emerge più forte e intelligente dalle situazioni più impegnative.


Il Rotary ha contribuito enormemente alla crescita dei miei genitori come individui. Viaggiare per il mondo e incontrare persone da centinaia di Paesi li ha resi molto più informati, consapevoli, umili e compassionevoli


Rotary Club di Vapi, India, Presidente del Rotary International 2011/2012

Kalyan Banerjee

Rotary Club di Vapi, India
Presidente del Rotary International 2011/2012

Incontrai per la prima volta Shekhar 25 anni fa. All'epoca ero Consigliere del Rotary International e l'allora presidente Herb Brown mi chiese di organizzare una conferenza a Kathmandu, in Nepal, che allora apparteneva allo stesso distretto di Calcutta. Il governatore mi assegnò una squadra di giovani Rotariani per aiutarmi a organizzare l'evento: la mia attenzione fu catturata da un giovane particolarmente brillante, intelligente e spesso diretto nell'esprimersi. Era pieno di idee, entusiasmo e innovazioni, e sempre pronto ad apprendere nuove cose. Fu così che conobbi Shekhar. 

Visto il successo dell'evento in Nepal, io e Shekhar siamo rimasti in contatto. Ho seguito con interesse la sua carriera nel Rotary dapprima come governatore distrettuale e poi, alcuni anni dopo, come Consigliere RI. Rimanevo sempre meravigliato dalla sua capacità di assegnare i giusti incarichi ai collaboratori, che lo supportavano con entusiasmo. Era una fucina inarrestabile di nuove idee. 

Dopo lo tsunami di Santo Stefano, si recò nelle isole Andamane e Nicobare, che facevano parte del suo distretto pur essendo in mezzo all'Oceano Indiano, a migliaia di chilometri di distanza. In seguito ideò un formidabile kit che consisteva in una tenda, lenzuola, articoli per l'igiene personale, candele, capi di vestiario e utensili basilari. I Rotariani di tutti i distretti dell'India finanziarono il progetto. In caso di un terremoto in Nepal (cosa che accade spesso), uno tsunami a Chennai, un ciclone nello stato di Odisha o una calamità in quello di Maharashtra, i kit potevano essere consegnati entro 24 ore. Shekhar in persona si sarebbe recato lì poco dopo.

L'organizzazione ShelterBox, fondata da Rotariani nel Regno Unito, è nota a livello internazionale per fornire in tutto il mondo soccorsi in risposta ai disastri. Intorno al 2015, il Consiglio centrale del Rotary chiese a Shekhar di negoziare un accordo a lungo termine con i rappresentanti di ShelterBox. E non solo ha avuto successo in questo, ma è perfino diventato amministratore di ShelterBox. 

Nel corso degli anni, grazie al suo palese e sincero impegno verso il Rotary, Shekhar ha suscitato ammirazione, fiducia e devozione praticamente in tutti i Rotariani che ha incontrato. Lo guardavo con ammirazione mentre diventava una sorta di "pifferaio magico" del Rotary: non ero dunque sorpreso quando si assunse l'impegno di alfabetizzare tutta l'India. Nessuno era certo sul da farsi: l'India ha una popolazione di 1,3 miliardi di abitanti, un quarto dei quali è analfabeta. Shekhar ha preso contatti con il governo indiano, si è affiliato a tutte le ONG del settore e ha permesso il riconoscimento dell'impegno e della sincerità del Rotary. 

L'alfabetizzazione è un'impresa grande quanto l'eradicazione della polio in India. Ora, con Shekhar alla guida del Rotary, ho la certezza che è possibile conseguire un tale risultato. Shekhar garantirà che il Rotary sia riconosciuto in tutto il mondo non solo per il suo service, ma per unire le persone da ogni angolo del pianeta.

Questo articolo è stato già pubblicato nell'edizione di giugno 2021 della rivista Rotary.


Contenuto correlato

Leggi la biografia del Presidente del RI

 

Il nostro nuovo Presidente, Shekhar Mehta, immagina il prossimo capitolo del Rotary - ed è pronto a trasformarlo in realtà